Compagnie telefoniche spagnole


Il cellulare ormai è diventato una priorità nelle nostre vite e quando siamo all’estero, la cosa non cambia. Se ti trasferisci a La Coruña, o se vieni spesso, acquistare una sim spagnola è sicuramete una delle prime cose da fare. Ma quale operatore è più conveniente? 


In Spagna ci sono un bel po’ di compagnie telefoniche con cui è possibile attivare una linea di cellulare. Noi parleremo delle più popolari e diffuse proprio a La Coruña. 


Operatori di telefonia mobile con rete propria OMR

Orange, Vodafone, Movistar e Yoigo sono i quattro operatori che usano le proprie antenne distribuite per tutta la Spagna. Sono aziende internazionali, soprattutto le prime tre, conosciute e attive anche in altri paesi. I loro prezzi sono i più alti, ma in compenso offrono solitamente pacchi più vantaggiosi che includono connessione ADLS o fibra ottica, linea di cellulare e telefono fisso. 


Operatori di telefonia mobile senza rete propria OMV

Questi operatori non contano antenne proprie, perciò si affidano a quelle dei grandi operatori (Orange e Vodafone, principalmente). La differenza fondamentale con il primo gruppo non è quindi la cobertura di rete, ma prezzi più bassi e condizioni flessibili. 

Molti di questi operatori appartengono in realtà alle grosse compagnie. Per esempio, Jazztel e Simyo appartengono a Orange, Ono fa parte di Vodafone e Tuenti è di Movistar. 


Quale operatore scegliere

A seconda dell’uso che farai della tua linea e delle tue preferenze ti converrà sceglierne una o l’altra. Per visualizzare le offerte delle compagnie telefoniche spagnole disponibili, puoi usare un comparatore di tariffe, tipo quello di Phone House (se digiti “comparador tarifas móviles” su Google, troverai altri). 

Compagnie telefoniche spagnole

Principali compagnie telefoniche spagnole

  • Movistar è nato come il marchio commerciale di telefonia mobile di Telefónica (principale operatore telefonico in Spagna). Oggigiorno Movistar è un operatore consolidato, che offre diverse opzioni di tariffe prepagate ed a contratto. 
  • Vodafone è la compagnia che offre una copertura di rete più ampia, ma è anche quella che detiene il maggior numero di reclami dagli utenti. Inoltre, le sue tariffe sono fra le più alte. 
  • Orange propone pacchi ed offerte aggressive ed accattivanti, ma occhio, non si fanno scrupoli nel farti pagare extra che avevano pubblicizzato come gratuiti. Quello sommato ad un servizio di assistenza clienti completamente inutile fanno di Orange l’opzione meno consigliabile a mio avviso. 
  • Yoigo è una compagnia recente il cui principale pregio è la trasparenza. Tutto quello che pagherai è chiaramente specificato sul loro sito, non ci sono sorprese sulla bolletta e la assistenza clienti è di qualità. Se hai problemi o dubbi, parlerai con una persona in grado di informarti e risolverli. 
  • MóbilR è un operatore di origine galiziano, molto popolare e diffuso da queste parti, sia per le linee di telefonia mobile che per internet e rete fissa. Come l’operatore precedente, i suoi prezzi e condizioni sono chiari e di solito non nascondono sorprese. Anche la sua assistenza clienti è degna di nota. E’ molto conveniente se abbinato ad un pacchetto internet che, tra l’altro, include alcuni canali di televisione. 

Fine del roaming in Europa

Come sicuramente già saprai, dal 15 giugno scorso è arrivata la fine del roaming all’interno deil’Unione Europea. Questo significa che durante il tuo viaggio, che ne so, a La Coruña, per dire un posto a caso, potrai usare il tuo cellulare italiano per chiamare, inviare messaggi e navigare come se fossi in Italia, ovvero, senza costi aggiuntivi. 
Se invece hai una sim spagnola e, sempre per fare un esempio, torni a casa in vacanza, le condizioni sono le stese. Potrai usare il tuo cellulare spagnolo in Italia come se fossi in Spagna. 
Comunque, tieni in considerazione che gli operatori di telefonia hanno modi per tutelarsi se rilevano che usi le reti estere vengano usate più di quelle nazionali. Quindi ti consiglio di acquistare una sim spagnola se intendi fermarti a La Coruña per un po’.

No hay comentarios